Jump to content
Sign in to follow this  
Back Door Man

Cosa avete imparato dalla lettura del libro "No More Mr. Nice Guy!" di Robert Glover?

Recommended Posts

Back Door Man

Buongiorno, Guys

Ho deciso di aprire un nuovo thread sul seguente argomento: il libro di Robert Glover "No More Mr. Nice Guy!".

Ce ne sono altri due in archivio ma ho preferito così.

I link sono i seguenti:

Non escludo che ce ne siano altri ma io non li ho trovati.

Innanzitutto ringrazio l'utente @jackjack che ha tradotto il libro in italiano e l'ha reso disponibile qui su IS, ed è anche l'autore del primo thread.

E siccome il thread - di 10 pagine - è giustamente occupato in buona parte dai ringraziamenti al traduttore, ne ho voluto aprire uno pulito dedicato alle nostre riflessioni sul libro (che è quasi il titolo del 2o thread, di sole 2 pagine, intitolato però "Riflessione sul libro etc". Ce n'è solo una dell'autore del thread. Anzi, diciamo che qualche riflessione sul libro c'è già, sparsa fra le varie pagine dei due thread, ma niente di continuo sul quale poter discutere.

Capite, insomma, perché abbia deciso di aprirne un altro.

Fatte le dovute premesse vado al punto.

__________

La lettura è Work in Progress: sono a pagina 21. I commenti che ho trovato sparsi nei due thread, più o meno sono di 2 categorie: chi lo trova un libro fantastico e chi avanza critiche.

Io l'ho scaricato ieri, e per ora (pagina 21) non ci ho trovato un granché, ma spero di trovarci qualcosa di utile proseguendo la lettura.

Quanto scrive l'autore, tale Robert A. Glover, non è nessuna novità per me, avendo studiato altri libri di psicologia che spiegano, in altri termini, quello che spiega l'autore.

Difetti ce ne sono: il più evidente è una generalizzazione sul concetto / categoria dei Nice Guys. Ci infila un po' di tutto. Ne viene fuori qualcosa un po' troppo approssimato. Non mi ci riconosco se non in parte. Ci sono studi più specifici e più scientifici che possono aiutare meglio chi vuole migliorarsi (come lo studio sulle Adverse Childhood Experiences, detto anche studio ACE). Chi ha un alto punteggio ACE potrebbe riconoscersi nel Nice Guy, così come le vittime di abusi in famiglia.

In più il libro crea una fastidiosa aspettativa di rivelazioni fantastiche che comincia a pagina 1 e va avanti almeno fino alla 20 / 21. C'è un crescendo che al momento non mi ha portato a niente e mi ha stufato. Se qualcuno che l'ha già letto mi segnala i punti importanti lo ringrazio. Fino ad ora ho scelto di leggere seguendo l'odine prestabilito delle pagine, ma non escludo di cominciare a saltare avanti e indietro sperando di trovare "il succo" della rivelazione di Mister Glover che per ora non ho trovato.

Se permettete vi confesso che mi son venute 2 palle così... 😂 👿

Allora vediamo se qualcuno m'illumina un po'...

Una cosa buona (nuova per me) nelle pagine che ho letto ce l'ho trovata, e la sintesi è questa:

Facendo il bravo bambino da piccolo, seguendo le indicazioni che mi venivano dall'alto, si era creata in me l'aspettativa di una ricompensa condizionata al mio comportamento di bravo ragazzo: quello che mette in chiaro l'autore del libro è che fare i bravi ragazzi non significa aver buoni risultati. Non garantisce che le cose funzionino. Se le cose non funzionano o non vanno bene fare i bravi ragazzi non serve a nulla.

E' banale però ho trovato in me dei residui di questo indottrinamento. Troppe volte e per troppo tempo mi è stato ripetuto "fai il bravo, comportati bene" sottintentendo ricompense che sarebbero giunte grazie a questo mio magico comportamento di essere "buono".

Ovviamente le ricompense non sono arrivate.

Allora ho notato che il tutto ha una similitudine con la religione cattolica (dico cattolica perché conosco solo quella). Mi pare che le istituzioni dela mia infanzia avessero riproposto lo stesso schema, in piccolo, dei sacerdoti della parrocchia. Benché io sia ateo / agnostico, fin da bambino mi ero creato ugualmente delle aspettative sociali legate alla mia morale. Credevo che trattare bene il prossimo fosse la cosa giusta. E lo credo ancora. Però leggendo Glover pare che essere onesti non funzioni nemmeno nei rapporti di amicizia o sentimentali.

Ci rifletterò.

Ho capito che mi conviene eliminare questo condizionamento dell'associare l'onestà a dei buoni rapporti sociali.

Bom. Mi fermo qua. La lettura è Work in Progress. Vedrò cosa viene fuori nelle prossime pagine.

Se qualcuno ha letto il libro e vuole partecipare alla discussione è benvenuto: l'ho aperta apposta.

Have a Nice Day

Ciao ciao.

 

Edited by BackDoorMan68
Revisione del testo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Back Door Man

Proseguo la lettura. Sono a pagina 37.

Nessuno ha letto il libro? Nessuno ha niente da dire?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Licivi

Ricordo di averlo letto un pochino, ma non ho continuato probabilmente perché non l'avevo reputato buono. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Back Door Man
13 minuti fa, Licivi ha scritto:

Ricordo di averlo letto un pochino, ma non ho continuato probabilmente perché non l'avevo reputato buono. 

Grazie. Sei anche il primo a commentare, quindi un grazie particolare. Rilancio il topic. Vorrei opinioni.

____________

Anche a me non sembra un granché. Nelle pagine appena lette ho trovato argomenti interessanti, quali i cambiamenti sociali del 900, più che altro riferiti al periodo dei Baby Boomers (nel mio caso la generazione intermedia fra i miei padri e la mia), però non mi convince. Mi sembra che l'autore faccia un minestrone dove butta di tutto per poi darsi ragione, ma è presto per dare il giudizio definitivo: ormai arrivo in fondo (salvo imprevisti).

Mi risulta che tanti utenti l'hanno letto. Niente da dire, ragazzi? Up!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciccioman333

io l'avevo pure scritto nel topic di traduzione del libro, ovvero che tra i libri letti nella sezione didttica questo e' il peggiore sia perche' associa il bravo ragazzo al viscido, infido, manipolatore quasi truffatore, e non e' vero, anzi e' vero il contrario, sia perche', per quanto mi ricordo, ricordo era mediocre e irrilevante pure nel resto...tanto che non l'ho nemmeno finito e l'ho rimosso

e' stato l'unico libro della sezione che si e' rilevato PESSIMO e che non consiglio nemmeno di leggere

consiglio invece Franco, Max, il sargiatore e ilmanuale si swingcat

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.